Hai la passione per il sociale e vuoi evitare che la predisposizione ad aiutare gli altri rimanga solo un interesse?
L’assistente sociale potrebbe essere la tua futura professione. Ma vediamo chi è e come diventare assistente sociale.

Chi è l’assistente sociale?

L’assistente sociale è una professione riconosciuta dalla legge n. 84 del 1993. Opera nel campo dei servizi sociali e svolge azioni di prevenzione, sostegno e recupero di persone, famiglie e gruppi in situazioni di bisogno.

Lavora in enti pubblici, nel privato ma anche come libero professionista.

Si occupa di:

  • Minori
  • Persone con problematiche psicosociali come dipendenze di ogni tipo, salute mentale;
  • Disabili
  • Anziani
  • Immigrati
  • Famiglie in difficoltà
  • Persone con a carico pene detentive alternative.

Per svolgere questo lavoro occorre molta determinazione e soprattutto una forte predisposizione ad aiutare e a prendersi cura del bisogno del prossimo. Infatti per l’assistente sociale ma anche per ogni altra professione che opera in ambito sociale e si prende cura dell’altro, il » rischio di burnout « è molto alto.
E’ molto importante stare attenti a non lasciarsi coinvolgere eccessivamente dalle situazione di sofferenza.

 

1° step – Conseguire la laurea

cappello e pergamena di laurea

Per diventare assistente sociale innanzitutto occorre iscriversi al corso di laurea triennale in servizio sociale. Chi ha intenzione di specializzarsi invece deve anche frequentare il corso di laurea in servizio sociale e politiche sociali dopo la triennale.  Ma vediamo nel dettaglio.

  • Per diventare Assistente sociale occorre una laurea triennale in Servizio Sociale L39;
  • Per diventare Assistente Sociale Specialista occorre avere una Laurea Magistrale in Servizio sociale e politiche sociali LM87.

Per conoscere l’offerta formativa di tutti gli atenei italiani dove puoi frequentare questi corsi, consulta il sito del Miur.

2° step – Superare l’esame di Stato

  • Chi è in possesso della laurea triennale deve svolgere e superare l’esame di Stato di abilitazione per iscriversi all’Albo professionale – sezione B;
  • Chi possiede la laurea magistrale deve superare l’esame di Stato per iscriversi all’Albo professionale – sezione A ma può anche decidere di abilitarsi per la sezione B e svolgere quindi l’esame di Stato per la sezione B.

L’esame di Stato si svolge SOLO DUE VOLTE L’ANNO presso le sedi universitarie: la prima sessione di esami è a Giugno mentre la seconda a Novembre. L’esame di Stato si può svolgere in qualsiasi Università italiana indipendentemente dalla sede in cui è stata conseguita la laurea e se non superato lo si può ripetere tutti gli anni.

L’esame solitamente ha un costo che varia dai 200€ ai 300€ e comprende una tassa di ammissione all’esame di stato e una tassa universitaria. La domanda di ammissione si presenta entro il mese precedente all’inizio dell’esame, ovvero a Maggio e a Ottobre. Per conoscere i dettagli è necessario attendere il bando a partire dal mese di Aprile di ogni anno sul sito delle università nella sezione esami di stato.

3° step – Iscrizione all’Ordine regionale degli Assistenti sociali

Dopo aver ottenuto l’abilitazione è necessario iscriversi alla sezione A o B dell’Ordine per poter svolgere la professione di assistente sociale.

logo dell'ordine degli assistenti sociali

L’Ordine degli Assistenti sociali è articolato su base territoriale ed è costituito da 20 Ordini regionali e dal Consiglio nazionale. I Consigli regionali dell’Ordine curano la tenuta dell’albo, provvedendo alle iscrizioni e alle cancellazioni dei professionisti ed effettuandone la periodica revisione.

L’assistente sociale offre servizio alle persone mentre l’assistente sociale specialista può anche organizzare e gestire i servizi, rivestendo, così, un ruolo dirigenziale.

Per l’assistente sociale la formazione continua è obbligatoria e per questo deve acquisire dei crediti. Per i nuovi iscritti l’obbligo decorre dal 1° gennaio dell’anno solare successivo a quello della loro iscrizione. Per ogni triennio devono essere raggiunti 60 crediti, e il minimo di crediti annui è 10.

 

4° step – Lavorare nel pubblico

Se la tua intenzione è quella di voler lavorare come assistente sociale presso gli enti pubblici sarà necessario superare un concorso statale. Quindi dopo aver ottenuto l’abilitazione è molto importante controllare sempre i bandi indetti dai comuni o altri enti pubblici. In questo ti vengono di aiuto siti dedicati come ad esempio concorsi.it.

Naturalmente è possibile trovare i bandi dei concorsi anche sul sito della Gazzetta Ufficiale nell’area concorsi oppure digitando “concorsi per assistenti sociali” su qualsiasi motore di ricerca.

Per maggiori informazioni, potete consultare il sito del Consiglio nazionale dell’Ordine degli assistenti sociali.

 


Per qualunque altra spiegazione puoi scrivere un commento qui sotto, oppure contattarci attraverso la nostra pagina Facebook. Tranquillo risponderemo in un attimo!

Nel frattempo non mi resta che augurarti buona fortuna, ma sopratutto un proficuo percorso professionale! 🙂

Alla prossima!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.