Il termine “Sindrome di Asperger” è stato coniato dalla psichiatra inglese Lorna Wing in una rivista medica del 1981 in onore di Hans Asperger, uno psichiatra e pediatra austriaco, il cui lavoro non è mai stato riconosciuto fino agli anni novanta.

I soggetti portatori della sindrome di Asperger sono caratterizzati dall’avere una persistente compromissione delle interazioni sociali, schemi di comportamento ripetitivi e stereotipati, attività e interessi molto ristretti. Secondo la maggior parte degli studi epidemiologici, la sindrome di Asperger o A.S. colpisce prevalentemente i maschi.

Il 18 Febbraio è stata indetta la Giornata Mondiale della Sindrome di Asperger, in onore di Hans Asperger
(Vienna, 18 febbraio 1906 – Vienna, 21 ottobre 1980).

La diagnosi

Diagnosticare la sindrome di Asperger non è affatto semplice. Spesso viene diagnosticata in modo erroneo una sindrome da deficit di attenzione e iperattività. Generalmente, in età scolare è possibile una diagnosi più sicura. Infatti è a contatto con le altre persone che si manifestano i sintomi caratteristici della sindrome di Asperger: difficoltà nel socializzare o nel dialogare con gli altri.
Per formulare una diagnosi è necessaria la presenza di comportamenti e interessi ristretti, ripetitivi e stereotipati; difficoltà nelle relazioni sociali; movimenti goffi e azioni non coordinate; mancata ricerca del contatto visivo.

Quali sono le caratteristiche di questa sindrome?

Vediamo alcune caratteristiche più comuni.

Interazione sociale

I bambini con AS hanno difficoltà a relazionarsi con gli altri. Preferiscono giocare da soli. Può capitare ad esempio che un bambino avvicini un suo compagno senza riuscire a stabilire una normale conversazione perchè parla solamente di un interesse o argomento. Il sintomo più caratteristico infatti della sindrome di Asperger è l’interesse ossessivo del bambino per un unico oggetto o argomento. Non comprendono il sarcasmo e l’umorismo. Non sono in grado di provare empatia con gli altri e avere un punto di vista diverso dal proprio. Infatti, non esprimono allegria davanti alla felicitá di un’altra persona.

Area cognitiva

Hanno un quoziente intellettivo normale e in alcuni casi anche molto alto e usano un linguaggio particolare e sofisticato per la loro età, spesso hanno abilitá straordinarie. Non presentano ritardi nell’acquisizione delle competenze linguistiche, ma hanno difficoltà a comprendere i messaggi nascosti nelle espressioni facciali o nel tono della voce.

Contatto visivo

Le persone che soffrono di sindrome di Asperger possono trovare difficile creare e mantenere il contatto visivo con le quali stanno parlando; un contatto visivo forzando invece può creare dei disagi.

 Area motoria

I loro movimenti sono goffi e possono avere dei ritardi nell’acquisizione di abilità motorie, come per esempio pedalare, aprire un barattolo, giocare con la palla ecc; spesso sono impacciati, caratterizzati da un’andatura rigida e da posture bizzarre. Spesso si mostrano particolarmente sensibili o insensibili al suono, alla luce e ad altri stimoli.

 

La terapia

Non esiste la cura per la sindrome di Asperger. Tuttavia, esistono diversi trattamenti mirati a migliorare le interazioni sociali, l’aspetto comunicativo, le ossessioni maniacali, l’iperattività, lo stato depressivo e lo stato d’ansia. E’ bene informare della malattia gli insegnanti del bambino in modo che siano preparati a rapportarsi con chi ha difficoltà nelle relazioni sociali. Anche la famiglia deve essere seguita e accompagnata per gestire la quotidianità, le crisi di rabbia.

Ad esempio, le persone con sindrome di Asperger potrebbero reagire negativamente ai cambiamenti nella quotidianità: avvisalo se hai intenzione di modificare le sue abitudini. Dovresti cercare di programmare tutto insieme a lui, in modo tale che sappia cosa sta per accadere.

In conclusione, la sindrome di Asperger è un disturbo che se diagnosticato in età precoce, può essere trattato adeguatamente, per consentire al bambino affetto di instaurare uno stile di vita abbastanza normale, permettendogli di stabilire dei rapporti sociali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.