Attualmente viviamo in un contesto sociale in cui le relazioni umane si moltiplicano, quindi gli individui si incontrano e si scontrano, aumentando i conflitti che vanno contenuti e gestiti perché gli scontri poi non siano distruttivi. E’ importante essere aiutati ad imparare soluzioni meno dolorose delle controversie in atto, a capire come il conflitto possa essere risolto o controllato con il dialogo, tramite il quale si comprendano anche i bisogni e le paure dell’altro e non solo i propri. Quindi di fronte alle situazioni conflittuali, laceranti che conducono le parti della coppia a legami disperanti e a lotte distruttive nella logica dei vincitori e vinti, la Mediazione Familiare è certamente uno strumento efficace ed attivo e diventa una risorsa di sostegno per i cambiamenti familiari in atto, ristabilendo una comunicazione positiva tra le parti.

La bontà della mediazione

Nel nostro contesto sociale è opportuno promuovere la Mediazione, perché possa
entrare culturalmente come un normale mezzo e metodo nelle relazioni di aiuto, e possa
diventare nel contempo anche un’occasione di prevenzione e di educazione.

La sua diffusione è importante perché offre alle persone che si stanno separando
un luogo e un tempo, dove è possibile preservare quello che di positivo è stato distribuito
nel legame tra tutti i membri della famiglia. Tramite un processo di apprendimento, la
Mediazione educa a trasformare il conflitto in un rapporto di collaborazione anche nel
futuro.

Creatività e mediazione

Mediare è una tecnica anche carica di creatività, di fantasia oltre che di innovazione sociale; infatti richiede al mediatore ed alle parti la capacità di desiderare e far desiderare uno scenario diverso da quello che oggi li vede in lotta, nel trovare soluzioni concordate e condivise. Permette di ridefinire le regole di convivenza, di scoprire o riscoprire un maggiore senso della legalità e del rispetto reciproco. Mediare è insomma trasformare un conflitto in azioni costruttive, vedendo dentro e fuori di noi stessi sin da oggi buone opportunità per farlo.

La Mediazione offre alla coppia un contesto in cui la separazione, il divorzio e il
costituirsi di nuovi modi di vita trovano prassi e tempi di elaborazione. E’ un’opportunità
tramite la quale è possibile riorganizzare le relazioni familiari, comprese le relazioni con la
famiglia di origine e quelle sociali. Inoltre è uno strumento che permette ad entrambi in
modo paritetico di considerare i bisogni propri e di tutti i componenti, in particolare dei figli.

Una nuova famiglia

Tutti e due i coniugi separati o separandi sono i protagonisti del processo, ed a loro è
richiesto di essere plenipotenziari nella loro capacità decisionale.
In generale la Mediazione fornisce un servizio qualificato sia per le esigenze dei vari
protagonisti della separazione sia per i figli, che possono contare su due genitori che
comunque anche da separati sono in accordo e si confrontano sulla crescita dei figli.
Le famiglie vengono aiutate a trovare le forme più adeguate di adattamento alla
nuova organizzazione che la famiglia separata deve darsi per far fronte ai compiti di
sviluppo dei singoli componenti con particolare attenzione ai bisogni affettivi dei figli e alle
responsabilità genitoriali. La Mediazione aiuta a salvaguardare la trasmissione
intergenerazionale e a creare una coppia genitoriale solidale.

Futuro semplice

Nel ciclo di vita della famiglia, la Mediazione può essere vissuta come un rito di transizione che aiuta il passaggio verso una nuova fase di ristrutturazione e rinegoziazione dei rapporti dei componenti.

Il futuro e il benessere dei figli viene garantito qualora i genitori abbiano un progetto comune, valorizzino le loro risorse e svolgano il loro ruolo facendo in modo di riconoscere il ruolo genitoriale dell’altro; prestino continua attenzione ai bisogni della prole e la consapevolezza che questa necessiti del contributo affettivo/educativo di entrambi.
Tutto questo permette che i figli possano mantenere un buon rapporto con tutti e due i genitori, sentirsi amati, rassicurati e protetti da loro e non essere costretti a vivere una continua perdita.

2 Commenti

  1. Interessante è sicuramente un modo per affrontare situazioni che non vanno avanti nel modo migliore e che non si riesce ad affrontare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.